L’IMPATTO DELLE MICROPLASTICHE SUL SISTEMA GASTROINTESTINALE

L’IMPATTO DELLE MICROPLASTICHE SUL SISTEMA GASTROINTESTINALE

Negli ultimi anni, l'attenzione verso l'inquinamento da plastica è cresciuta in modo significativo. Le microplastiche, frammenti di plastica di dimensioni ridotte, si sono infiltrate in vari ambienti, compreso il nostro sistema gastrointestinale.

Questo fenomeno preoccupante ha sollevato interrogativi su come le microplastiche possano influenzare la nostra salute e il nostro benessere.

In questo articolo, esploreremo il viaggio delle microplastiche nell'ambiente e come possono arrivare fino al nostro sistema gastrointestinale, analizzando il loro potenziale impatto sulla salute umana.

Il viaggio delle microplastiche

Le microplastiche derivano principalmente dalla frammentazione delle plastiche più grandi che si degradano nel tempo a causa dell'esposizione a fattori come la luce solare e l'azione delle onde. Possono entrare nell'ambiente in vari modi: una delle fonti principali sono i prodotti di plastica a uso domestico, come imballaggi alimentari e cosmetici. Quando finiscono in discarica, questi articoli si degradano in microplastiche fino a raggiungere le falde acquifere, dalle quali vengono successivamente trasportate negli oceani.

Anche la produzione di petrolio genera scarti di plastica che finiscono nell'ambiente. Gli abiti sintetici, inoltre, rilasciano microplastiche quando vengono lavati.

L'inquinamento da microplastiche non si limita agli ambienti acquatici; le microplastiche possono anche essere trasportate dal vento o entrare nell'ecosistema con l'acqua piovana. Per questo motivo, le microplastiche si trovano ora ovunque, compresi i campi coltivati ​​e i pascoli, e vengono persino sparate nell'atmosfera.

La dannosità delle microplastiche per il nostro organismo

L’esposizione alle microplastiche è doppiamente dannosa per l’organismo. Da una parte, le microplastiche possono essere ingerite accidentalmente con l'acqua o il cibo, e raggiungere così il nostro sistema gastrointestinale; dall'altra, le microplastiche sono anche in grado di assorbire sostanze chimiche tossiche che possono facilmente entrare nel nostro corpo quando le ingeriamo.

Il percorso delle microplastiche nel nostro sistema gastrointestinale

Una volta ingerite, le microplastiche intraprendono un viaggio attraverso il nostro sistema gastrointestinale. Iniziano nel nostro esofago e procedono verso lo stomaco, dove possono rimanere per un periodo di tempo variabile a seconda delle dimensioni e della forma delle particelle. Successivamente, le microplastiche passano nell'intestino tenue e, infine, nell'intestino crasso.

Durante questo percorso, le particelle di plastica possono rilasciare sostanze chimiche tossiche, entrando così in contatto diretto con i tessuti interni del nostro corpo.

Nonostante la maggior parte delle microplastiche venga espulsa naturalmente dal corpo, una piccola percentuale può rimanere bloccata nel sistema gastrointestinale, con effetti potenzialmente dannosi per la nostra salute.

L'impatto potenziale delle microplastiche sulla salute umana

Il dibattito sull'effetto delle microplastiche sulla salute umana è ancora in corso e richiede ulteriori ricerche per comprendere appieno le implicazioni del fenomeno. Sebbene la ricerca sulla questione sia ancora agli albori, si crede che le microplastiche possano causare una serie di problemi di salute, compresi disturbi al sistema immunitario, danni al DNA e potenziali effetti tossici dovuti alle sostanze chimiche rilasciate.

Tuttavia, ci sono alcune preoccupazioni chiave:

  • Infiammazione

La presenza di microplastiche e le eventuali sostanze tossiche ad esse correlate possono potenzialmente essere causa di infiammazioni ai danni delle pareti intestinali.

  • Assorbimento di sostanze chimiche

Le microplastiche possono assorbire e accumulare sostanze chimiche presenti nell'ambiente, come gli inquinanti organici persistenti. Ciò potrebbe potenzialmente aumentare l'esposizione dell’organismo umano a queste sostanze.

  • Alterazioni microbiota intestinale

Le microplastiche potrebbero influenzare il microbiota intestinale, che svolge un ruolo cruciale nella salute dell'intestino e del corpo nel suo complesso.

È importante sottolineare che i bambini e le persone con un sistema immunitario indebolito potrebbero essere particolarmente vulnerabili.

Misure per ridurre l'esposizione alle microplastiche

Ridurre la nostra esposizione alle microplastiche è fondamentale per proteggere la nostra salute. Ecco alcune misure che potremmo adottare nella vita di tutti i giorni:

  • Evitare i prodotti usa e getta in plastica

Ridurre l'uso di prodotti in plastica monouso come sacchetti, bottiglie, e stoviglie. Optare invece per alternative riutilizzabili e sostenibili.

  • Scegliere cosmetici senza microplastiche

Verificare attentamente le etichette dei prodotti cosmetici e della cura personale. Evitare prodotti che contengono polietilene, un tipo comune di microplastica.

  • Filtrare l'acqua potabile

Considerare l'utilizzo di filtri per l'acqua per ridurre la presenza di microplastiche.

Ricordiamoci che ogni piccolo gesto conta e, insieme, possiamo fare una grande differenza nella lotta contro l'inquinamento da microplastiche.

Conclusioni

Sebbene la connessione tra microplastiche e salute umana richieda ulteriori studi, è essenziale adottare un approccio cauto ed essere consapevoli delle potenziali implicazioni del fenomeno.

La riduzione dell'uso di plastica monouso, l'adozione di stili di vita sostenibili e l'implementazione di migliori pratiche di gestione dei rifiuti possono contribuire a mitigare l'accumulo di microplastiche nell'ambiente.

L'educazione e l'azione collettiva sono cruciali per affrontare questa sfida e preservare la salute del pianeta e dei suoi abitanti.

Articoli correlati

INDICAZIONI NUTRIZIONE ENTERALE

INDICAZIONI NUTRIZIONE ENTERALE

Quali sono le indicazioni per la nutrizione enterale? Quando si ricorre a questa forma di alimentazione artificiale con sondino o con stomia e perché? Quali sono le controindicazioni e quali sono i rischi?

COME DISINFETTARE UN ENDOSCOPIO: TUTTI I PASSAGGI

COME DISINFETTARE UN ENDOSCOPIO: TUTTI I PASSAGGI

L’inadeguata pulizia e disinfezione degli strumenti di lavoro rappresentano uno dei principali timori relativi alla potenziale trasmissione di infezioni durante le procedure endoscopiche.

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE DOMICILIARE

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE DOMICILIARE

La nutrizione artificiale domiciliare (NAD) viene utilizzata per trattare, presso il domicilio, quei pazienti che si trovano in una condizione di stabilità clinica, dotati delle normali funzioni digestive e che avrebbero bisogno del ricovero esclusivamente al fine del trattamento nutrizionale.